Mutui: arrivano i costi aggiuntivi che fanno tremare le famiglie

Nuovi costi per i mutui sono motivo di grande preoccupazione per le famiglie che hanno acquistato casa o che intendano farlo prossimamente.

Che la situazione finanziamenti al momento non fosse delle migliori era una cosa piuttosto chiara. La situazione attuale però è ben diversa e bisogna prenderne atto. La questione dei costi maggiorati, unitamente ai tassi che sono al rialzo e ai prezzi del mercato immobiliare, causano una certa preoccupazione diffusa.

Mutui costi aggiuntivi
I costi per i mutui che preoccupano le famiglie- (Notiziapolitica.it)

Il “costo” del mutuo non è dato solo dal finanziamento che viene fatto, ci sono da considerare tutte quelle voci di spesa a cui non si presta attenzione quando si fanno i conteggi, prima di procedere, e che poi finiscono con l’essere molto gravosi sul prezzo finale.

I costi aggiuntivi sui mutui che preoccupano tutti

Per aprire un mutuo quindi per dare avvio a tutto l’iter burocratico, vanno considerate le spese di apertura ovvero una richiesta della banca che può essere di tipo fisso, ad esempio 700 euro circa oppure richiedere un calcolo in percentuale, quindi 1% del finanziamento. In questo caso è ovvio che bisogna ben tener conto di questo elemento perché se si ha un prezzo fisso ovviamente è una spesa prevedibile ma quando si parla di percentuali, talvolta si cade in errore.

Mutui tremare famiglie
Mutui in aumento, a cosa fare attenzione- (Notiziapolitica.it)

Un’altra spesa importante riguarda la perizia sull’immobile che può avere oggi un prezzo maggiorato fino a 300 euro e l’Iva del 20%. Vi sono poi le tasse e le imposte, per l’acquisto di una casa ci sono alcune definite in modo fisso e altre sempre variabili, che basano sempre sul valore dell’immobile o sul valore del mutuo. Anche in questo caso è meglio sempre scegliere banche che offrono dei costi chiari ad esempio tot euro piuttosto che le percentuali. Questo perché non si va a capire oggettivamente l’insieme ma ci si ritrova poi a pagare un capitale.

La polizza mutuo per la casa può arrivare in media tra i 300 e i 500 euro a copertura dei danni per una casa sui 130 mila euro, andando a crescere per immobili dal valore superiore. A queste tassi si aggiungono le spese del notaio che sono circa 2000 euro, ma nelle grandi città anche di più, quindi le spese di “gestione” per il mutuo e le rate.

Volendo trarre un risultato, per un immobile da 120 mila euro, risulta su un mutuo per l’80% quindi circa 96 mila euro, una spesa totale di circa 4 mila euro. Quindi le spese di istruttoria, la perizia, l’imposta, l’assicurazione.

Impostazioni privacy