Per insegnare non sono necessari laurea o concorsi ma questa procedura facile per l’abilitazione

Il mondo della scuola, negli ultimi anni è diventato sempre più ricercato. Tutti vogliono insegnare, questo è poco ma sicuro.

C’era una volta il caro vecchio “posto statale”, quello che consentiva, tranquillamente di non avere più pensieri per la testa legati alla propria occupazione professionale. Niente, insomma, doveva per l’appunto scuotere il protagonista, o la protagonista, eventuali, in questione. Lavorare per lo Stato, in qualsiasi ambito, voleva dire stare sereni e attendere nient’altro che la pensione. Ovviamente, oggi, le cose funzionano allo stesso modo, nulla è cambiato, anzi, forse la percezione degli stessi cittadini è addirittura peggiorata in merito al significato del lavoro in quell’ambito specifico.

Accedere all'insegnamento
Il diploma utile a insegnare – (Notiziapolitica.it)

Negli ultimi anni, la tendenza di tutti, o quasi, in possesso di specifici requisiti e alla ricerca della collocazione più che mai sicura, ha portato a vedere la scuola, come quel luogo sicuro dove tutto sarebbe andato nel modo migliore, per quel che riguarda la stabilità professionale. Elemento, di certo veritiero, l’ultimo, ma non sempre legato, almeno in quell’ambito a una stabilità già in fase iniziale. In quel senso le cose vanno un po’ diversamente.

Per insegnare non sono necessari laurea o concorsi: tutti i dettagli

Oggi, l’insegnamento prevede un percorso più che mai specifico. Il tutto, si evolve in modalità di esperienza professionale o di qualità e quantità di titoli posseduti. Le strade maestre, per fare ingresso in questo specifico contesto, sono realisticamente parlando, quelle appena citate. Ci sono alcuni elementi e di conseguenza, alcune opportunità non sempre citate, non sempre prese in considerazione seriamente, forse proprio perché sconosciute.

Una delle strade più che mai percorribili se non si hanno a disposizione anni di insegnamento o magari un numero di titoli tale da spingere verso l’ingresso a scuola, potrebbe bastare un “semplice” diploma magistrale. Un indirizzo specifico, il riferimento, in questo caso è al Liceo delle Scienze Umane.  In questo caso, l’accesso al mondo dell’insegnamento può essere addirittura immediato.

La nuova denominazione dell’istituto magistrale, generalmente, oggi, porta a una successiva suddivisione in base all’indirizzo scelto. Nel primo caso parliamo di indirizzo tradizionale, il vecchio Liceo socio psico pedagogico. Nel secondo caso, si fa riferimento a un indirizzo di natura economico sociale, in cui si approfondiranno tematiche completamente diverse.

Insegnamento per la scuola
Vecchio diploma magistrale- (Notiziapolitica.it)

Il possesso del solo diploma di scuola superiore, nel caso di quello che oggi rappresenta il vecchio diploma magistrale, offre l’opportunità di accedere all’insegnamento in ambito scuola primaria e per l’infanzia. Tale percorso di studi è di fatto considerato abilitante all’insegnamento, il tutto per coloro che hanno conseguito il titolo entro l’anno scolastico 2001/2002. Una opportunità, insomma, da prendere seriamente in considerazione, per quanti in possesso di tale titolo.

Impostazioni privacy