Puoi (ancora) abbassare l’ISEE entro il 31 dicembre: come riuscirci in poche e semplici mosse

Come accedere ad agevolazioni e beneficio con un Isee 2024 meno elevato. Ecco qualche modalità da applicare per il prossimo anno.

L’Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) è ormai entrato definitivamente nelle abitudini dei cittadini italiani. Infatti sempre più spesso questo valore è necessario per accedere a bonus e agevolazioni erogati dalle amministrazioni statali, ma talvolta anche da enti privati. Occorre però fare una osservazione preventiva.

Isee corrente più basso
Isee, come ottenere un taglio dell’Indicatore della situazione economica – (Notiziapolitica.it)

L’Indicatore indica i redditi  e lo stato patrimoniale relativi a due anni prima la presentazione ufficiale della dichiarazione sostituiva unica (Dsa). Quindi per intervenire sull’Isee 2024 si è purtroppo in ritardo. Tuttavia in talune circostanze è possibile richiedere l’Isee corrente relativo ai 12 mesi precedenti la presentazione della Dsa. Quindi se persistono le circostanze per richieder l’Isee corrente si può ancora abbassare l’Indicatore con alcuni accorgimenti perfettamente legali.

Isee 2024, come fare per averlo più basso

Innanzitutto vediamo quando è possibile ottenere l’Isee corrente. Debbono verificarsi una delle seguenti variazioni di tipo economico: una perdita del lavoro o un’interruzione di trattamenti previdenziali, assistenziali o indennitari non rientranti nel reddito totale per uno o più membri del nucleo familiare.

Isee 2024 valore minore
Abbassare l’Isee, le varie opportunità – (Notiziapolitica.it)

Una variazione del reddito familiare totale superiore al 25%; una variazione del patrimonio complessivo superiore al 30%. Se la situazione risulta quindi peggiorata nel corso del 2023 rispetto al 2022, allora si può richiedere l’Isee corrente. Una delle prime modalità per abbassare l’Isee è la co-intestazione di un conto corrente a una persona esterna dal nucleo familiare.

Così la giacenza media, considerata per l’Indicatore, viene considerata solo per la metà dell’importo. Altro intervento è possibile mediante la concessione in usufrutto di beni immobili non abitati, infatti la nuda proprietà non rientra nel calcolo Isee. Si deve considerare che per l’Isee 2024 i Btp non sono considerati nell’Isp, cioè nella somma dei patrimoni immobiliari e mobiliari utili per l’Indicatore (solo se inferiori a 50mila euro).

L’investimento in Btp potrebbe essere già sufficiente per rientrare nelle condizioni necessarie per la richiesta dell’Isee corrente 2024. Ricordiamo che per l’Isee i redditi si sommano al 20% dei patrimoni, con il taglio dei Btp il valore complessivo dell’Indicatore si abbassa sicuramente. Ultimo modo per avere un Isee più basso è relativo alla modifica del nucleo familiare.

Infine nel nucleo familiare sono inserite tutte le persone dello stato di famiglia, cioè che coabitano nella stessa casa, più i familiari carico. Lo stato di famiglia si può dividere, escludendo le persone che pur vivendo nella stessa abitazione, costituiscono una nucleo familiare distinto. Ciò è attuabile quando tra le persone che abitano nella stessa casa, non ci siano legami di parentela o di affettività.

Impostazioni privacy