Bonus stufe e camini: tutti i dettagli previsti per il nuovo anno

Sai che è possibile spendere sempre meno grazie ai bonus stufe e camini? Ecco i dettagli previsti per il nuovo anno

L’Italia sta registrando, da ormai alcuni anni, un netto incremento dei dispositivi di riscaldamento come le stufe a pellet.

Bonus stufe e camini
Sai che esistono misure molto utili? – (Notiziapolitica.it)

Queste rappresentano infatti un’ottima alternativa, soprattutto economica, ai classici termosifoni per la casa. Ma anche i camini sono particolarmente efficaci per riscaldare le nostre case, anche se più costosi e difficili da installare. Tuttavia, esistono numerose misure e bonus che ci permettono di risparmiare sul loro acquisto. Vediamo insieme di che cosa si tratta.

Ecco come risparmiare davvero

Gli ultimi due anni sono stati terribili dal punto di vista economico ed energetico. La crisi dell’energia ha fatto emergere numerose preoccupazioni nelle famiglie italiane, che ora devono affrontare spese ancora maggiori rispetto a due anni fa. Ecco perché in molti hanno pensato ad installare diverse soluzioni, come le stufe a pellet e i caminetti. Ma non tutti sanno che è possibile usufruire di bonus e agevolazioni davvero interessanti. Queste opportunità ci permettono infatti di abbattere i costi e fare degli investimenti per la casa utili e duraturi.

Bonus stufe e camini
Ecco i bonus che potrebbero interessarti – (Notiziapolitica.it)

La prima agevolazione è sicuramente quella del bonus ristrutturazione 2024 al 50%. Si tratta di una misura valida fino al 31 dicembre del 2024 e permette di detrarre, appunto, il 50% delle spese d’acquisto di stufe (a pellet o a legna) o caminetti. Tuttavia, per poter usufruire di tale agevolazione, è necessario che l’impianto acquistato sia dotato di certificazione ambientale con un minimo di 4 stelle. Un’altra misura interessante è il bonus mobili.

Anche in questo caso è prevista una detrazione del 50% per quanto riguarda l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. Il bonus si attiva solo in un contesto di ristrutturazione edilizia ed è applicabile, per il 2023, una detrazione di spesa massima di 8.000 euro. Mentre per il 2024 la detrazione massima ammonterà a 5.000 euro.

Chi possiede una stufa a pellet o ha intenzione di acquistarla al breve potrà sicuramente trovare interessante il bonus pellet 2023. In questo momento non è stata ancora confermata la proroga anche per il 2024, ma non è detto che possa esserci anche l’anno prossimo la riduzione dell’aliquota Iva dal 22% al 10% per quanto  riguarda il combustibile ecologico. Chi invece risiede a Trento potrà usufruire dal 30 ottobre 2023 al 31 ottobre del 2024 ai contributi utili al rinnovo degli impianti a biomassa legnosa. Grazie ad un fondo di 1,7 milioni di euro, si intende promuovere la sostituzione di caminetti e stufe obsolete.

Impostazioni privacy